image

image

N. 18 - NOVEMBRE-DICEMBRE 2001

image


image I MEMBRI DEL NUOVO CONSIGLIO GENERALE
image UN GRUPPO DI CARMELITANI IN VISITA A LITUANIA
image CELEBRAZIONI O.CARM - OCD DELLA CATALOGNA
image MASACCIO - LA PALA DELL'ALTARE DI PISA
image CORSI DI SPIRITUALITÀ E STORIA CARMELITANA
image IL CARDINALE MARTINI ALLA "LECTIO" IN TRASPONTINA
image EDITH STEIN ISPIRO' PIO XI CONTRO L'ANTISEMITISMO
image MONACHE CARMELITANE
image PROCLAMAZIONE DELLA NOMINA DELL’EQUIPE DEL PRIORE GENERALE
image IL PRIORE GENERALE ANNUNCIA GLl INCARICHI DEL CONSIGLIO GENERALE
image LA COMMISSIONE PER LE CAUSE DEI SANTI DÀ UN OPINIONE NEGATIVA SUL PRESUNTO MIRACOLO DI TITO BRANDSMA
image INSTITUTUM CARMELITANUM (ROMA) CELEBRA 50 ANNIVERSARIO
image LA MADRE DEL PRIORE GENERALE, JOSEPH CHALMERS, MORÌ
image PUBBLICAZIONI CARMELITANE
image NUOVI SITI WEB


image


I MEMBRI DEL
NUOVO CONSIGLIO GENERALE


P. JOSEPH CHALMERS, Priore Generale

Nato a Glasgow (Scozia) in Gran Bretagna il 5 aprile 1952, laureato in legge, è entrato nell'Ordine Carmelitano nel 1975. Ha compiuto i suoi studi filosofici e teologici, con specializzazione in Spiritualità, alla Pontificia Università Gregoriana (Roma). Nel 1981, un anno prima di conseguire la sua laurea e il merito Papal Gold Medal, è stato ordinato sacerdote in Glasgow dal Cardinale, Mons. Thomas Winning. Prima di essere eletto Priore Generale dell'Ordine per la prima volta nel 1995, P. Joseph copriva l'incarico di Priore Provinciale della Provincia Britannica della "Beata Vergine Maria Assunta". E-mail: jchalmers@ocarm.org

P. CARLO CICCONETTI, Vice Priore Generale

P. Carlo (nome di battesimo: Mario) è nato a Pianella (Pescara), Italia, il 6 febbraio 1934. Ha emesso la Prima Professione il 13 ottobre 1951 e la Professione Solenne il 25 aprile 1955. E' stato ordinato Presbitero il 6 luglio 1958. Laureato in Utroque Jure alla Pontificia Università Lateranense con la tesi dottorale La Regola del Carmelo, Roma 1973. Abilitato come Avvocato Rotale nel 1973. Nel 1991 ha conseguito la Licenza in Teologia Spirituale alla Pontificia Università Gregoriana con una tesina sulla simbologia nella Regola del Carmelo. Durante la sua vita religiosa ha ricoperto vari uffici: Provinciale della Provincia Romana (1973-1979), Procuratore Generale (1979-1983), Consigliere Generale (1983-1989), Maestro dei Professi della Provincia Italiana (1991-1997) e al momento della elezione era Provinciale della Provincia Italiana (dal 1997). E-mail: pcarlo@pcn.net

P. ANTHONY SCERRI, Consigliere Generale per l'Asia, l'Africa e l'Australia

Nato a Minia in Egitto il 1 gennaio 1931. Ha abbracciato l'Ordine nel 1951, dopo essere emigrato in Australia. Nel 1958 è stato ordinato sacerdote e successivamente si è laureato all'Università di Melbourne. I primi anni del suo ministero pastorale sono stati dedicati agli emigranti maltesi di Sydney e all'insegnamento nelle scuole. Negli anni settanta è andato in Indonesia dove ha vissuto e lavorato nel Nord Sumatra. Nel frattempo ha compiuto vari studi in Francia, in America e in Inghilterra. Prima di assumere l'ufficio di Consigliere Generale per la prima volta nel 1995, il P. A. Scerri occupava l'incarico di Vice Rettore dell'Università Cattolica di Medan, Indonesia. E-mail: ascerri@ocarm.org

P. CARLOS MESTERS, Consigliere Generale per America Latina

Nato in Olanda il 20 ottobre 1931. Nel 1949, ancora studente nel seminario minore carmelitano, è partito, insieme ad altri sette compagni, per il Brasile allo scopo di diventare missionario. E' entrato nell’Ordine Carmelitano nel 1952. Ha svolto i suoi studi filosofici a São Paulo, Brasile. Dal 1954 al 1963, a Roma, nel Colleggio Internazionale Sant'Alberto e nell'Università San Tommaso (Angelicum), ha eseguito gli studi teologici, e nel Pontificio Istituto Biblico e in Gerusalemme nell’École Biblique, gli studi biblici. Tornato in Brasile nel 1963, è stato professore biblico nel seminario fino al 1973. Dal 1973 al 2001 ha lavorato nelle Comunità Ecclesiali di Base aiutando il popolo di Dio nella lettura e nella comprensione della Parola di Dio. P. Carlos è uno dei fondatori del Centro Ecumenico de Estudos Bíblicos, del quale è stato direttore dal 1977 al 1989. Dal 1987 è stato membro dell'equipe che ha elaborato il progetto Tua Palavra é Vida della Conferenza dei Religiosi del Brasile, che assiste la formazione biblica dei religiosi. Dal 1987 partecipa al INTERCAB, incontri intercamelitani del Brasile. E-mail: cmesters@ocarm.org

P. RAFAEL LEIVA SÁNCHEZ, Consigliere Generale per l'area Mediterranea

Nato a Alcalá de los Gazules (Cádiz), Spagna, il 30 novembre 1942. E' entrato nell'Ordine nel 1954 e nel 1960 ha emesso la professione semplice. Nel 1968 è stato Ordinato Sacerdote da Mons. Telesforo Cioli, O.Carm. nel Colleggio Internazionale Sant'Alberto in Roma. Ha conseguito i suoi studi di filosofia a Osuna (Spagna) e ha ottenuto la laurea in teologia dogmatica dall'Università Gregoriana di Roma. Prima di essere eletto Consigliere Generale aveva l'incarico di Priore Provinciale della Provincia Betica (Spagna).
E-mail: rleiva@ocarm.org


P. WILLIAM J. HARRY, Consigliere Generale per il Nord America e Centro-Nord Europa

Nato a Louisville, Kentucky, Stati Uniti, il 31 agosto 1954. E' entrato nell'Ordine Carmelitano nel 1976 a Niagara Falls, Ontario, Canada, dopo aver completato gli studi universitari in storia, educazione e filosofia al Marquette University. Ha ottenuto un Baccalaureato in Teologia dalla Pontificia Università Gregoriana (Roma) e una Licenzia in Teologia con specializzazione in Spiritualità. Nel 1996 ha ottenuto il Dottorato in Pastorale con specializzazione in comunicazione. Dopo l'ordinazione sacerdotale nel 1983, P. William ha esercitato il suo ministero come insegnante e cappellano al Salpointe Catholic High School a Tucson, AZ (Stati Uniti) e come direttore e in seguito presidente del Carmel High School a Mundelein, IL (Stati Uniti) per 10 anni. Prima della sua nomina di Consigliere Generale, P. William è stato Commissario dalla Regione Occidentale della Provincia Americana PCM, Direttore Provinciale delle Vocazioni e redattore del notiziario provinciale Carmelite Review. E-mail: wharry@ocarm.org

P. JOSEF JANCÁR, Procuratore Generale

Nato a Tesov, archidiocesi Olomouc (Moravia), Rep. Ceca, il 22 maggio 1951. E' entrato nell'Ordine Carmelitano segretamente durante il regime comunista mentre svolgeva i suoi studi nel seminario interdiocesano a Litomerice. Ha conseguito il magistero in teologia all'Università di Carlo a Praga. E' stato Ordinato Sacerdote il 25 giugno 1977 ad Olomouc. Giacché in quel tempo gli ordini religiosi erano soppressi e lavoravano solo in segreto, P. Josef ha ministrato ufficialmente come sacerdote diocesano nelle diverse parrocchie dell'archidiocesi di Olomouc. Dopo la caduta del regime comunista (1989) e il rinnovamento della vita religiosa, P. Josef è stato nominato Delegato Generale della Delegazione Boemia e Moravia. Dopo sei anni in carica, nel 1997, si è trasferito a Roma per specializzarsi in diritto canonico alla Pontificia Università Lateranense dove nel 1999 ha ottenuto la licenza ed in più il diploma in Iurisprudentia et Praxis I.V.C.S.V.A. presso la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica e in Praxis Administrativa Canonica presso la Congregazione per il Clero. Attualmente sta preparando la tesi dottorale col tema "Parrocchia affidata ai Religiosi". Prima della recente nomina, P. Josef ha completato il sessennio del P. Lucio Renna che nel 1999 è stato consacrato Vescovo di Avezzano. E-mail: jjancar@ocarm.org

P. JAMES DES LAURIERS, Economo Generale

Nato a Detroit, Michigan e vissuto a Los Angeles, California (Stati Uniti) dove ha frequentato la Parrocchia Carmelitana di San Raffaele e il Mount Carmel High School. Membro della Provincia americana di Sant'Elia, ha emesso la Professione nel 1954 ed è stato Ordinato Sacerdote nel 1960. E' laureato dalla St. Bonaventure University e Iona College a New York e Whitefriars Hall, Washington, DC. Ha iniziato il suo ministero nello Zimbabwe, Africa. In seguito ha prestato il suo servizio nella Provincia di Sant'Elia come Direttore della Formazione, Priore Provinciale, Direttore del Santuario Nazionale di Nostra Signora del Monte Carmelo e Direttore per lo Sviluppo della Provincia. Durante gli ultimi due anni ha esercitato il suo ministero nella Provincia di Australia. E-mail: jdelaurier@ocarm.org





UN GRUPPO DI CARMELITANI
IN VISITA A LITUANIA


Il 9 luglio 2001, cinque frati carmelitani dalla Regione Nord Europea, accompagnati dal P. Míceál O'Neill, O.Carm., si sono recati a Linkuva, nel convento che una volta apparteneva ai Carmelitani, per celebrare il triduo della Madonna del Carmine nella diocesi di Siauliai in Lituania.

La visita dei frati è stata piena di tanti momenti significativi. La gente lituana ama cantare, e ogni volta che si radunavano per la preghiera le loro melodie riempivano la chiesa ed il convento con tanta gioia. Durante la prima settimana, come gesto di apertura, i frati sono andati in due, accompagnati da un traduttore, per visitare la gente della parrocchia. Hanno incontrato persone che sono state imprigionate durante il regime sovietico a causa della loro fede e perché erano lituani e non un clone sovietico. La gente è stata molto contenta di accogliere i frati nelle loro case. I Carmelitani formano parte della loro storia e sembra che li vogliano anche per il futuro. Molte delle case visitate erano veramente povere. Alcune non avevano né mobili né pavimenti. Malgrado ciò i frati sono stati ricevuti con dignità e gentilezza, ed i padroni delle case sono stati generosi nel condividere quanto avevano.

La festa della Madonna del Carmine è stata celebrata il 15 luglio. A Linkuva questa ricorrenza è una occasione per grandi celebrazioni, con molte famiglie che invitano e accolgono nelle loro case parenti che vengono da tutto il paese. La celebrazione della S. Messa e il corteo con il SS. Sacramento sono state presiedute dal vescovo di Siauliai. I Carmelitani hanno colto l'occasione per spiegare ai parrocchiani il significato di questa festa e a incorporare nella Famiglia Carmelitana circa 500 fedeli con l'imposizione dello Scapolare del Carmine. Il giorno si è concluso con un pellegrinaggio alla "Collina delle Croci" che si trova fuori la città di Siauliai. Questo luogo era il centro della resistenza cattolica contro il regime sovietico. Consiste in una piccola collina piena di croci piantate nella terra. Durante l'occupazione sovietica molta gente andava lì per lasciare la sua croce. Era un segno che la fede non può essere imprigionata. I sovietici hanno tentato tante volte di sradicare la collina, ma la gente ha continuato a ritornarci malgrado le difficoltà. Giovanni Paolo II ha piantato la propria croce sulla collina quando nel 1993 ha visitato la Lituania. Lasciata Linkuva i pellegrini carmelitani si sono trovati a Pastova per celebrare la Solennità del Profeta Elia con le suore Carmelitane Scalze. Durante la loro permanenza hanno visitato anche Vilnius e Kaunas, due città ricche di storia.

I Carmelitani che hanno percorso questo pellegrinaggio sentono che il popolo li vuole nel loro paese. Sarebbe opportuno che il prossimo anno un gruppo di Carmelitani ritornasse in Lituania per vivere con la gente la vita carmelitana. Sembra che già esista un gruppo di giovani desiderosi di conoscere meglio il Carmelo. Uno di loro trascorrerà alcuni giorni nella Provincia Germania Superiore per una esperienza diretta.





CELEBRAZIONI O.CARM - OCD
DELLA CATALOGNA


I Carmelitani O.Carm-OCD della Catalogna (Spagna) hanno celebrato unitamente il 750° anniversario del dono dello Scapolare. Insieme hanno preparato posters, trittici sulla storia e spiritualità del Carmelo ed immagini commemorative, come anche l'edizione catalana della lettera del Papa ai Carmelitani. I religiosi ed i fedeli di tutte le diocesi e le famiglie carmelitane della Catalogna sono stati invitati, tramite una lettera dei due Provinciali, alle celebrazioni centenarie che hanno avuto il loro culmine nella solennità del 16 luglio.

Circa 40 frati O.Carm-OCD si sono riuniti nel giorno di pasquetta nei conventi di Terrassa e di Matadepera, cittadine vicine a Barcellona, per celebrare l'Eucaristia e condividere un pranzo festivo e fraterno sotto lo sguardo amoroso della Madre del Carmelo che ha dato all'incontro un alto grado di comunione.

In altre due occasioni ha visto numerosi religiosi e fedeli della Famiglia del Carmelo riuniti per ringraziare la Madonna del Carmine per il dono dello Scapolare con la celebrazione dell'Eucaristia, presieduta dai due Provinciali, P. Manuel Bonilla e P. Josep Castellà, e concelebrata da numerosi religiosi. La prima celebrazione, nel giorno del Profeta Sant'Elia, ha avuto luogo nella chiesa parrocchiale di Santa Joaquima de Vedruna di Barcellona. La seconda commemorazione, nel giorno di Santa Teresa d'Avila, è stata celebrata nella chiesa dei Carmelitani Scalzi, anch'essa a Barcellona. Nelle due occasioni hanno partecipato varie congregazioni di suore carmelitane, terziari, membri delle confraternite e numerosi devoti della Madonna del Carmine.





MASACCIO
LA PALA DELL'ALTARE DI PISA


Dal 12 settembre all'11 novembre 2001 è stata tenuta nella Galleria Nazionale di Londra un'esposizione su "Masaccio - La pala dell'altare di Pisa". Masaccio è meglio ricordato per il suo lavoro nella Cappella Brancacci nella nostra chiesa di Firenze che compì nel 1426. Nonostante questo lavoro non fu mai completato a causa della sua partenza in Ungeria, probabilmente la comunità carmelitana di Firenze lo raccomandò alla comunità in Santa Maria del Carmine di Pisa.

Il pittore fiorentino Tommaso di Giovanni, noto come Masaccio (1401 - 1428), era uno dei più importanti pittori del quindicesimo secolo. Fu influenzato da Giotto (1266/7 - 1337) e lui ispirò Michelangelo (1475 - 1565). Masaccio è considerato una delle prime figure del Rinascimento italiano. L'esposizione della Galleria Nazionale è stata una parte del riconoscimento reso a Masaccio in occasione del VI° centenario dalla sua nascita.

Il quadro della Vergine e il Bambino esposto nella Galle-ria Nazionale è stato il pannello centrale della fila princi-pale nella pala dell'altare di Pisa, che fu commissionata per la cappella sepolcrale della famiglia di Giuliano degli Scarsi. Il dipinto rappresenta la Vergine e il Bambino seduti su un trono monumentale di pietra grigia con colonne classiche. Nel panello principale il Bambino succhia le dita della mano destra mentre con l'altra prende l'uva dalla Vergine. Due angeli, seduti ai piedi del trono, suonano il liuto, mentre altri due sono inginocchiati su ambo i lati.

Probabilmente la pala dell'altare fu disgregata verso il 1590 quando la chiesa di Santa Maria del Carmine venne ristrutturata ed il resto della fila principale fu perduto. Ci sono ancora undici pannelli in diverse gallerie del mondo. Dopo il 1590 questa esposizione è stata l'unica occasione che ha riunito insieme tutti i pannelli. Due di loro rappresentano santi carmelitani: Pier Tommaso e Alberto di Sicilia.





CORSI DI
SPIRITUALITÀ E STORIA CARMELITANA


  • Commissariato Provinciale delle Filippine
Durante quest'anno il Commissariato Provinciale delle Filippine ha organizzato due corsi di spiritualità carmelitana.
Il primo corso, di tre giorni sulla spiritualità mariana in occasione del 750° anniversario dello Scapolare, ha avuto il seguente svolgimento.
  • 30 giugno: "Maria nella Bibbia" di Sr. Cathleen Coyle, SSC
  • 6 luglio: "Maria nei documenti recenti della Chiesa" di Sr. Erlinda Perlado, CCV, e "Maria nella tradizione carmelitana" del P. Anton Hoogland (Neer-Phi)
  • 14 luglio: "Maria e lo Scapolare" del P. Toto Jaranilla (Neer-Phi).
Il secondo corso, organizzato dal Centro di Spiritualità di Manila insieme all'Istituto Tito Brandsma di Nimega, ha avuto luogo dal 31 luglio al 4 agosto 2001. Tutti gli argomenti vertevano sull'essenza della spiritualità e sulla relazione tra la spiritualità cristiana e la spiritualità delle altre grandi religioni asiatiche. Il corso ha trattato in particolare i seguenti argomenti:
  • "Santa Teresa di Lisieux: La storia di un'anima come una storia di trasformazione" del P. Michael Plattig (GerS)
  • "La spiritualità, l'essenza e i metodi" del P. Kees Waaijman (Neer)
  • "La spiritualità cristiana e musulmana" del P. Eliseo Mercado, OMI
  • "La spiritualità cristiana e indù" del P. Francesco Vineeth, CMI.
Il Centro di Spiritualità dei Carmelitani filippini ha lo scopo di promuovere studi e ricerche in spiritualità dalla prospettiva filippino-asiatica, di incentivare il dialogo inter-religioso ed essere un centro di rinnovamento carmelitano in Asia.
  • Provincia Indonesiana
In occasione del 750° anniversario dello Scapolare, i religiosi della Regione Orientale (Maumere, Flores) hanno tenuto dal 15 al 18 agosto 2001, con l'auspicio dell'Istituto Carmelitano della Provincia, alcuni giorni di studio col tema generale "Insieme a Maria: Cercare e trovare Gesù".
  • "Maria secondo la Sacra Scrittura" del P. Guido Tisera, SVD,
  • "Maria nello sviluppo della Chiesa" e "Maria e Elia nella tradizione liturgica carmelitana" del P. Bosco da Cunha, O.Carm.,
  • "Maria nella tradizione carmelitana e secondo le figure prominenti del Carmelo" del P. Stef Buyung Florianus, O.Carm.,
  • "Lo scapolare carmelitano: una devozione speciale da divulgare" del P. Zacharias Dhena, O.Carm.
È interessante notare che questo incontro di studio è stato il terzo appuntamento dell'anno al quale hanno partecipato membri della Famiglia Carmelitana O.Carm - OCD. Erano presenti circa 90 persone tra sacerdoti e fratelli, suore e laici. Insieme hanno testimoniato ciò che dice il Salmo, "Come è bello e buono che i fratelli vivono insieme" (133:1).
  • Provincia Italiana
A partire dal 24 settembre 2001, presso la sede dell’Istituto S. Pier Tommaso (Roma) della Provincia Italiana, ha avuto inizio il 3° anno accademico del corso di storia e spiritualità carmelitana riconosciuto dalla Pontificia Facoltà Teologica Marianum di Roma. Il corso, ciclico, si articola in tre anni di tre settimane ciascuno per cinque giorni effettivi di lezione.

Il programma di quest'anno accademico è articolato come segue.
1° settimana dal 24 al 28 settembre 2001:

  • I religiosi dalla Rivoluzione Francese ad oggi. (G. Grosso)
  • Il Carmelo dalla Rivoluzione Francese ad oggi: soppressioni e rinascita. (E. Boaga)
  • L’identità carmelitana nel secolo XX. (E. Boaga)
  • Tito Brandsma. (B. Secondin)
  • Panoramica di figure eminenti del Carmelo. (E. Boaga)
  • Il Profeta Elia: quali letture. (A. Vella)
  • Teresa di G.B.; Elisabetta della Trinità; Teresa Benedetta della Croce. (L. Borriello)
2° Settimana dal 1 al 5 ottobre 2001:
  • La Famiglia Carmelitana. (G. Grosso)
  • Alcune figure della Famiglia Carmelitana italiana. (S. Possanzini)
  • S. Maria del Monte Carmelo nel s. XX. (G. Molinari - G. Grosso)
  • Bartolomé Xiberta, filosofo e teologo. (F. Millán Romeral)
  • Presentazione di un sussidio sul Carmelo. (G. Grosso)
  • La riforma della liturgia carmelitana dopo il Concilio Vaticano II. (S. Possanzini)
  • Aspetti "carmelitani" della liturgia. (G. Midili)
  • Visita ad alcuni luoghi carmelitani romani. (E. Boaga)
3° Settimana dal 2 al 5 gennaio 2002:
  • Cosa dice oggi la Regola al carmelitano/alla carmelitana? (E. Boaga)
  • L’identità carmelitana nei testi legislativi della Famiglia Carmelitana. (G. Grosso)
  • Il nostro percorso di vita e testimonianza nei contesti attuali? (G. Grosso).
Il corso intende offrire una sufficiente conoscenza di base della storia e della spiritualità carmelitana. Oltre alla presentazione del quadro storico generale, si darà la possibilità di accostare direttamente i testi principali della tradizione carmelitana, della quale si studierà l’evoluzione di alcuni aspetti maggiori della spiritualità: le figure ispiranti di Elia e Maria, la liturgia e le modalità di inculturazione del carisma. Il corso, obbligatorio per gli studenti professi della Provincia Italiana, è aperto a religiosi e laici interessati.





IL CARDINALE MARTINI
ALLA "LECTIO" IN TRASPONTINA


Il 26 ottobre 2001, la chiesa carmelitana di Santa Maria in Traspontina (Roma), piena di fedeli, ha accolto un maestro d’eccezione, come il card. Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano, alla partecipazione della lectio divina che – sotto la guida del P. Bruno Secondin, O.Carm. – si svolge ogni quindici giorni da sei anni ormai. Si trattava del 50° incontro della serie.

Per esplicito desiderio del cardinale Martini, l’esperienza si è svolta come di consueto, con i canti e il ritmo già collaudato: e all’interno dello stile generale, al momento della condivisione, egli ha offerto la propria riflessione spirituale. Si è trattato di una breve esegesi del testo meditato (Sir 35, 9-18), ma anche di una pressante esortazione a continuare in questo cammino di "lettura orante della Parola". Senza una seria familiarità con la Parola e una assimilazione della sua ispirazione per la vita, ha detto Martini, non si costruisce una vera esistenza cristiana. E la sua partecipazione attenta, orante, senza particolari distinzioni, mostrava che anche per lui questo incontro era momento di vera preghiera e di intensa comunione.

L’esperienza di questi anni, guidata sempre da P. Secondin, ha avuto una certa risonanza sia attraverso la pubblicazione di un grande poster a colori sulla Lectio, che attraverso la pubblicazione di un libro intitolato: La lettura orante della Parola, Padova 2001, che raccoglie alcune delle lectio già fatte. Fra breve apparirà un secondo volume con un’altra trentina di testi di lectio. E’ prevista anche la traduzione sia del poster che del libro in altre lingue. Si consolida così una capacità dei carmelitani ad aprire nuove vie di animazione pastorale e spirituale in conformità con la tradizione e in relazione con le nuove correnti spirituali.





EDITH STEIN ISPIRO' PIO XI
CONTRO L'ANTISEMITISMO


Il network radio-televisivo italiano Sat 2000, in un programma intitolato "L'arte di vivere: il secolo del martirio" ha reso noto che Edith Stein, la filosofa e convertita monaca carmelitana, durante la sua vita scrisse una lettera al Pontefice Pio XI, per attirare l'attenzione sulle persecuzioni razziali da parte dei Nazisti.

Secondo il documentario nella lettera la Stein previde con grande anticipazione tutte le conseguenze negative della furia hitleriana. I produttori del programma hanno affermato che Pio XI ordinò al Segretariato di Stato Vaticano di ringraziare la famiglia Stein e di inviare la sua benedizione. I produttori hanno anche addotto varie ragioni per dimostrare che le parole della carmelitana siano state decisive nel messaggio del Papa "Mit brennender Sorge" scritto il 14 marzo 1937 contro l'antisemitismo nella Germania di Hitler. E' stato detto che la lettera della Stein è conservata nell'archivio del Vaticano e non è stata mai pubblicata.

Edith Stein, nel Carmelo Teresa Benedetta della Croce, nacque da una famiglia ebrea a Breslau, Germania (oggi Broklaw, Polonia) nel 1891. Morì in una camera a gas nel campo di concentramento di Auschwitz il 9 agosto 1942 e canonizzata da Giovanni Paolo II in ottobre del 1998.






MONACHE CARMELITANE


  • Machakos, Kenya
Il 16 luglio 2001 è stata benedetta dal vescovo di Machakos, Mons. Urbanus Kioko, la prima pietra del nuovo monastero di Nostra Signora del Monte Carmelo. Presenti a questa semplice ma significativa cerimonia per il Carmelo africano sono stati l'Ambasciatore per la Spagna e la sua consorte, il segretario del Nunzio Apostolico per il Kenya, una ventina di sacerdoti provenienti della diocesi di Machakos e d'intorni, e circa 200 fedeli.

Durante gli ultimi due anni, e fino a quando non sarà pronto il nuovo monastero, le monache alloggeranno in una casa provvisoria offerta dal vescovo locale. In questa casa mancano tante necessità per una comunità claustrale ed è molto piccola per il numero crescente delle vocazioni. Attualmente ci sono cinque monache professe solenni, due spagnole (Sr. Maragarita e Sr. Magdalena) e tre keniote (Sr. Winifred, Sr. Christine e Sr. Grace), due postulanti ed un'aspirante. La costruzione del nuovo monastero avverrà in varie fasi e procederà secondo i fondi disponibili. Quanti vogliono contribuire a questo progetto possono contattare P. Anthony Scerri o qualunque altro Consigliere Generale alla Curia.

  • Rizal, Filippine
In occasione del 750° anniversario dal dono dello Scapolare del Carmine, la Federazione delle monache carmelitane ha recentemente fondato il sesto monastero nelle Filippine. Il 3 novembre 2001, Mons. Sofio G. Balce, vescovo della diocesi di Cabanatuan, ha presieduto l'eucaristia prima della partenza delle nove monache. La celebrazione della benedizione ed inaugurazione del nuovo monastero si è svolta nella mattinata dell'11 novembre 2001. Il monastero "Carmel of Mary Star of the Sea" si trova a Tanay, Rizal.






PROCLAMAZIONE DELLA NOMINA
DELL’EQUIPE DEL PRIORE GENERALE


Curia Generalizia, Roma, 8 novembre 2001: Il Consiglio Generale ha nominato Kevin Alban, O.Carm. (Brit) come nuovo Segreatario Generale dell’Ordine. Il Consiglio ha nomnato Antonio Silvio da Costa Junior, O.Carm. (Flum) come Co-Segretario.

Il Consiglio Generale ha anche nominato Carlo Cicconetti, O.Carm. (Ita), il Vice Generale, Piore della casa curia. Kevin Alban è stato nominato sotto priore e Pedro Murciano (Arag) è stato rinominato economo della comunità. Manuel Anguiano, O.Carm. (Baet) è stato rinominato Archivista della Curia e anche sacristano della comunità. Inoltre prenderà l’incarico di bibliotecario della curia.

Tarsicio M. Gotay, O.Carm. (Arag-PR) che ha terminato il sessenio come Segretario Generale, ritornerà in Provincia.

Joseph Calmers, O.Carm., Priore Generale, ha detto, "Sono molto contento della nuova equipe. Sono anche riconscente alle Province che hanno reso questi cambiamenti possibili.






IL PRIORE GENERALE ANNUNCIA GLl INCARICHI
DEL CONSIGLIO GENERALE


Curia Generalizia, Roma, 14 novembre 2001: Il Priore Generale, Joseph Chalmers, O.Carm., ha dato la carica delle seguenti aree ai membri del Consiglio Generale.

• Famiglia Carmelitana:
- Laicato: Josef Jancar, O.Carm.
- Monache e Suore: Rafael Leiva, O.Carm.
• Evangelizzazione: Anthony Scerri, O.Carm.
• Giustizia e Pace: Carlos Mesters, O.Carm.
• Cultura/Studi Avanzati: William J. Harry, O.Carm.
• Spiritualità e Formazione (incluso i Corsi di Formazione Permanente): Carlo Cicconetti, O.Carm.
• Comunicazioni (incluso la responsabilità per il bollettino bi-mensile CITOC): William J. Harry, O.Carm.

Ogni Consigliere Generale sarà il coordinatore per l’area assegnatoli. Ognuno anche sarà responsabile per il collegamento con i vari gruppi in ogni area di responsabilità ed il Consiglio Generale.

Dopo aver assegnato le varie aree, il Priore Generale ha affermato che sperava che i Consiglieri collaborerebbero anche se ogni Consigliere ha la responsabilità definitiva per la sua area.

Gli incarichi fanno parte del fuoco del Consiglio Generale per lo sviluppo di un piano per il prossimo sessennio. Il piano è strutturato intorno alle responsabilità menzionate nelle Costituzioni dell’Ordine come anche nelle proposte accettate dal Capitolo Generale.

Il P. Joseph ha detto, "Il nostro scopo è che il lavoro del Consiglio Generale continua sul livello provinciale, locale e personale".

Sono due settimane che il Consiglio Generale sta in riunione. Probabilmente le riunioni continueranno fino alla metà di dicembre.






LA COMMISSIONE PER LE CAUSE DEI SANTI
DÀ UN OPINIONE NEGATIVA
SUL PRESUNTO MIRACOLO DI TITO BRANDSMA


Curia Generalizia, Roma, 14 novembre 2001: La Commissione del Vaticano per le Cause dei Santi ha rifiutato di approvare un presunto miracolo attribuito al Beato Tito Brandsma.

La notizia della decisione dei medici è arrivata alla Curia Generale dell’Ordine Carmelitano il 13 novembre 2001. Il Padre Felip Amenós i Bonet, Postulatore Generale dell’Ordine, reagì alla lettera della Commissione affermando. "Questa non è una decisione finale. I medici hanno dato la loro opinione. Speriamo presentare un appello nel futuro prossimo".

La Commissione, nella riunione del 18 ottobre 2001, studiò il caso della Signora Mary Elizabeth (Betty) Harnedy (USA) che, in dicembre 1995, fu diagnosticata con cancro. Dopo una benedizione con una reliquia del Beato Tito Brandsma, il cancro della Signora Harnedy sparì. I medici negli Stati Uniti non potevano spiegare scientificamente la sparizione del cancro.

Cinque anni dopo, la Signora Harnedy ha avuto un altro cancro. Però. i suoi medici allora pensarono che questo cancro non aveva da fare con il cancro di prima. Esami medici mostrarono che questo cancro era di forma differente e in un luogo diverso. La Signora Harnedy morì in aprile 2001 a causa di questo secondo cancro.

I consulenti medici della Commissione del Vaticano sono dell’opinione che la sparizione del primo cancro è strana ma non senza spiegazione. Hanno concluso che non si può escludere un collegamento fra la riduzione del cancro iniziale e la cura dei problemi di cuore della Signora Harnedy, e dunque che non esiste un miracolo. Hanno suggerito che la cura del suo cuore poteva causare una remissione lunga del cancro originale.






INSTITUTUM CARMELITANUM (ROMA)
CELEBRA 50 ANNIVERSARIO


14 noviembre 2001: L'Institutum Carmelitanum, con sede al Centro Internazionale Sant'Alberto (CISA) a Roma, ha celebrato il suo cinquantesimo anniversario di servizio all'Ordine la domenica, 18 novembre 2001. All'inizio della celebrazione, Mark Attard, O.Carm., piroe del CISA, ha dato il benvenuto a tutti, seguito da una conferenza di Emanuele Boaga, O.Carm., il presente preside dell'Institutum Carmelitanum di Roma. Il Priore Generale, Joseph Chalmers, O.Carm. ha celebrato la Santa Messa. Quelli presenti hanno ricevuto un libretto intitolato "L'Institutum Carmelitanum: Attivitá scientifica, divulgativa ed editoriale dal 1951 al 2001". La celebrazione é finita con un pranzo. Presenti alla celebrazione erano una sessantina di persone, incluso molti membri della Famiglia Carmelitana.






LA MADRE DEL PRIORE GENERALE,
JOSEPH CHALMERS, MORÌ


27 novembre 2001: La Signora Agnes Chalmers, madre del Priore Generale, Joseph, morì sabato sera il 24 novembre 2001. La Signora Chalmers da parecchi anni stava con le Piccole Suore dei Proveri a Glasgow, Scozia. Joseph e suo fratello, Colin, un fratello Marista, ringraziano tutta la Famiglia Carmelitana per l'appoggio con preghiere durante la malattia della mamma. Il Funerale della Signora Agnes Chalmers, madre del Priore Generale, sará alle 11.30 giovedí nella residenza "St. Joseph's House", Glasgow, Scozia seguito dalla sepoltura. Joseph dice "Grazie per le preghiere e parole d'appoggio che ho ricevuto".






PUBBLICAZIONI CARMELITANE


Libri:

ABELA, Samwel, O.Carm.,
Esperjenza fi Franza, Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001, pp. 48. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

BOAGA, Emanuele, O.Carm.,
The Lady of the Place - Mary in the history and in the life of Carmel, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 224. (E-mail: edizioni@ocarm.org)

BOAGA, Emanuele, O.Carm.,
L'Institutum Carmelitanum - Attività scientifica, divulgativa ed editoriale - Dal 1951 al 2001, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 21. (E-mail: edizioni@ocarm.org). Ricorre quest'anno 2001 il cinquantesimo della fondazione dell'Institutum Carmelitanum, voluto dal Priore Generale P. Kiliano Lynch con lo scopo di promuovere gli studi di storia, mariologia e vita spirituale 'in re carmelitana". Come ricordo del suo 50° anno di vita l'Institutum dedica a tutti i confratelli e consorelle dell'Ordine e agli studiosi che ad esso si rivolgono nelle loro ricerche questo opuscolo informativo, che descrive brevemente il cammino percorso e offre altre informazioni sulle sue molteplici attività.

BORG GUSMAN, P. Valentin, O.Carm.,
Is-Serva ta' Alla Madre M. Crocifissa Curcio, Sorijiet Karmelitani, Kercem, 2001, pp. 38. (E-mail: carm.miss.stbg@mclink.it)

CASTORO, Eliseo, O.Carm.,
Esistenza in preghiera sulle orme di Kierkegaard, Piemme, Casale Monferrato (AL), 2001, pp. 206. (E-mail: castelis@libero.it)

CASTRO COTTA, Camélia Augusta de, ICDP,
Il silenzio nella vita carmelitana, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 13), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 128. (E-mail: carmel@mclink.it)

CENTRO CARMELITANO INTERNAZIONALE D'INFORMAZIONE (CITOC)
I Carmelitani - The Carmelites - Los Carmelitas - Ordo Karmel - Die Karmeliten - Les Carmes - De Karmelorde - Els Carmelites - Il-Karmelitani, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 40. (E-Mail: edizioni@ocarm.org / citoc@ocarm.org). E' una attraente pubblicazione ricca di fotografie e d'informazione sulla Famiglia Carmelitana: la sua vocazione, presenza nel mondo e formazione. Lo scopo principale di questa stampa è di presentare ai lettori una visione generale della missione e realtà della nostra famiglia. E' disponibile in italiano, inglese, spagnolo, maltese, olandese, francese, indonesiano, catalano, tedesco. Sono in preparazione le edizioni polacca e portoghese.

CERA, Mariano, Carmelitano,
La preghiera nel Carmelo, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 11), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 134. (E-mail: carmel@mclink.it)

CILIA, Anthony, O.Carm.,
Iconographia Carmelitana: La Madonna dello Scapolare - La Virgen del Escapolario - Our Lady of the Scapular, Editrice Pisani, Isola del Liri (FR), 2001, pp. 100. (E-mail: acilia@ocarm.org). Questo volume, pubblicato in occasione dell'Anno Mariano dal Centrum Informationis Totius Ordinis Carmelitarum (CITOC), è un accompagnamento al CD-Rom di Iconographia Carmelitana varato alcuni mesi fa. Si tratta di un volume corredato di un centinaio di illustrazioni di statue artistiche della Madonna del Carmine di origini internazionali. E' un sussidio in più per promuovere la devozione alla Madonna del Carmine, ammirare la bellezza dell'arte carmelitana e nello stesso tempo rendere omaggio ai numerosi artisti che hanno espresso il loro genio con grande capacità.

DONAIRE, José, O.Carm.,
Constructor de sí mismo, Ediciones Trípode, Caracas, 2000, pp. 232. (E-mail: carmelo@cantv.net)

Fraternità Carmelitana di Pozzo di Gotto,
Crescere come fratelli, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 9), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 80. (E-mail: carmel@mclink.it)

Il-Familja Missjunarja Donum Dei,
(Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001], pp.22. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

JOANNES PAULUS II,
Lettre de Sa Sainteté Jean-Paul II pour l'Année Mariale Carmélitaine; List ojca Swietego Jana Pawla II na Rok Maryjny Karmelitanki; Vatican, 25 March 2001, pp. 7. (E-mail: edizioni@ocarm.org)

LÓPEZ MELÚS, Rafael M., O.Carm.,
Nuestra Dulcísima Madre - La Virgen María en la vida y escritos de la beata Maravillas de Jesús, Edibesa, Madrid, 2001, pp. 326. (E-mail: vcarmeno@planalfa.es)

Meditar dia e noite na lei do Senhor,
Centro da Família Carmelita, Lisboa, 2001, pp. 38. (E-mail: pbdsilva@hotmail.com)

MESTERS, Carlos, O.Carm.,
Far ardere il cuore, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 10), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 136. (E-mail: carmel@mclink.it)

Monastero Carmelitane Scalze di Concenedo (Italia),
Della stirpe di Aronne - Hermann Cohen - Painista e Carmelitano,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 240. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

Monastero Carmelitane Scalze di Concenedo (Italia),
Gli occhi del cuore: la Presenza di Dio,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 192. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

Monastero Carmelitane Scalze di Legnano (Italia),
Teresa de Jesús,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 223. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

O'DONNELL, Christopher, O.Carm.,
L'amore nel cuore della Chiesa - La missione di Teresa di Lisieux (Titolo originale: Love in the heart of the Church), Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 2001, pp. 256. (E-mail: bibl.gen.cisa@ocarm.org). P. Christopher, docente al Milltown Institute di Dublino, affronta un tema proposto nella teologia corrente soprattutto da Karl Rahner e Hans Urs von Balthasar: l'importante contri-buto apportato alla teologia dalla spiritualità, particolarmente dalle vite e dagli scritti dei santi. Questo libro, scritto per il centenario da un esperto in ecclesiologia, esamina ciò che Teresa può offrire alla teologia contemporanea della Chiesa. Laddove la percezione è spesso negativa, l'auto identità di Teresa come "amore nel cuore della Chiesa" può costituire una focalizzazione per un'ecclesiologia rinnovata. Dopo aver passato in rassegna, in una sintesi centenaria, i vari volti della santa in questo secolo, P. O'Donnell esamina varie intuizioni di Teresa quali la comunione del santi, i carismi, la concretezza della carità, l'intercessione, la sofferenza, le missioni, i sacerdoti, la fede, il purgatorio, il martirio, i santi e Maria. L'autore ritiene che il modo in cui Teresa ha sviluppato questi e altri temi sia oggi particolarmente significativo per una visione rinnovata e vitale della Chiesa. (La pubblicazione costa L. 30.000 / € 15,49. Chi vuole acquistarla allo sconto del 30% è pregato di rivolgersi a P. Edmondo Caruana, O.Carm., E-Mail: bibl.gen.cisa@ocarm.org; Tel: (+39) 0668100899; Fax: (+39) 0668307200).

O'DONNELL, Christopher, O.Carm.,
Prayer: Insights from St. Thérèse of Lisieux, Veritas, Dublin, 2001, pp. 126. (E-mail: chrisodonnell@terenure.iol.ie). Sebbene tutti gli studiosi scrivano o parlino di Santa Teresa sono consapevoli che della sua preghiera, ancora non esista uno studio completo sul tema. Questo libro tenta di presentare il pensiero di Santa Teresa sulla preghiera in un duplice sfondo: quello di una spiritualità carmelitana e di una vita monacale nel Carmelo di Lisieux. P. Christopher tratta per primo l'ambiente carmelitano della sua preghiera e la vita di preghiera del suo monastero, e poi affronta i suoi pensieri sull'Eucaristia, la Liturgia delle Ore, la preghiera mentale e vocale, e le preghiere formulate da lei. La pubblicazione si conclude con una considerazione sul ruolo di Santa Teresa come una guida nella preghiera per la Chiesa d'oggi.

PATRICK, F.,
Talb u Liturgija,(Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001], pp. 20. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

PIDYARTO GUNAWAN, H., O.Carm.,
Umat Bertanya, Romo Pid Menjawab, (Rubrik Konsultasi Iman 1, 2, 3, 4, 5, 6), Penerbit Kanisius, Yogyakarta, 2000-2001, pp. 110-170. (E-mail: hpurwanto@mailcity.com)

POSSANZINI, Stefano, O.Carm.,
Padre Angiolo Paoli, Carmelitano - Apostolo dei poveri e dei malati, Comitato Venerabile Padre Angelo Paoli, Massa Carrara, 2001, pp. 222. (E-mail: cisa@ocarm.org)

SECONDIN, Bruno, O.Carm.,
La lettura orante della Parola. "Lectio divina" in comunità e in parrocchia, ed. Messaggero, Padova, 2001, pp. 288. (E-mail: bsecondin@tiscalinet.it)

STEGGINK, Otger, O.Carm.,
Jean Soreth: Ritratt ta' Pirjol Generali, (Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina], 2001, pp. 12. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

The Carmelite Sisters for the Aged and Infirm - Mother Mary Angeline McCrory, O.Carm.,
Servant of God, Foundress, The Carmelite Sisters for the Aged and Infirm, Germantown, 2001. (E-mail: carmsist@ix.netcom.com). Questa pubblicazione è una nuova biografia di Madre M. Angeline Teresa nella forma di un album fotografico. Traccia la sua vita dalla nascita a Tyrone in Irlanda, la sua permanenza in Scozia con le Piccole Suore dei Poveri, a New York con la fondazione della propria Congregazione Religiosa, fino ai giorni presenti. Le fotografie e la presentazione tipografica sono molto attraenti e tra le copertine si trova la storia di una donna che aveva un sogno. Questo sogno si realizzò e continua a vivere nelle sue figlie spirituali in tutti gli Stati Uniti ed in Irlanda. La pubblicazione non si ferma sul passato e il presente ma punta anche verso il futuro della Congregazione. Questa opera è molto buona come: una presentazione di Madre Angeline a quanti non la conoscono, un mezzo per la promozione della sua Causa di beatificazione e canonizzazione, ed una ispirazione per qualunque ragazza che ammira la vita religiosa.

TRUZZI, P. Claudio, OCD.,
Juanita: una ragazza come tante altre ma . . . , Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2001, pp. 128. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

VERLICCHI, Giuliana, TOC,
12 Stelle per Maria - raccolta di 12 poesie in omaggio a Maria "Mater Decor Carmeli", Gruppo Terz'Ordine Carmelitano, Lugo, 2001, pp. 32.

VIGANI, P. Maurizio, Carmelitano Scalzo,
I quaderni di padre Maurizio, Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2001, pp. 221. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

Video-Audio cassette:

MERICO, Antonio, O.Carm.,
Viaggio nei luogi dell'antica presenza dei Carmelitani, Curia Generalizia dei Carmelitani, Roma, 2001, durata: 28 minuti. (E-mail. Tonycarm@libero.it). Questa videocassetta, in occasione dell'Anno Mariano Carmelitano per i 750 anni dello Scapolare, è nata dal desiderio del P. Merico di far conoscere a tutti la nostra storia e spiritualità, ripercorrendo, come in un viaggio, luoghi e avvenimenti particolarmente significativi per la conoscenza dei Carmelitani. Dopo una brevissima introduzione il documentario presenta i seguenti temi: Geografia del Carmelo, L'esperienza originaria fontale del Carmelo, El Muhraqa (Il sacrificio), Basilica e Convento di Stella Maris, Wadi 'Ain es-siah (Valle del pellegrino), Elia, Maria - la Signora del Luogo, Trasmigrazione in occidente, I valori delle prime generazioni dei Carmelitani, Lo Scapolare del Carmine, I Carmelitani oggi. Ogni videocassetta è corredata da un libricino con il testo del commentario.

Audio cassette:

RUSSELL, John, O.Carm.,
Becoming Spiritually Mature, Alba House Communications, Canfield (Ohio), 2001, 2 cassette - 160 minuti. (E-Mail: jrussell@carmelnet.org). In questo terzo programma di audiocassette della Casa Editrice, P. J. Russell conduce i suoi ascoltatori ad un nuovo livello nello sviluppo della vita spirituale. Intende aiutare l'individuo a trovare pienamente Dio in quanto accade lungo il trascorrere degli anni. Per raggiungere questo, trae la ricchezza di materiale che si trova nei santi del Carmelo, in particolare in S. Teresa di Lisieux. Le relazioni, dice P. Russell, sono al centro della vita umana: la nostra relazione di base è con Dio e con il nostro proprio essere. Dipende da questa base il come noi ci comportiamo con gli altri, con il mondo che ci circonda, e di fronte alle sfide di ogni giorno. Durante i suoi discorsi P. Russell risponde alla domanda: Quali sono le caratteristiche di tutte queste relazioni che dovrebbero aiutarci a crescere nella saggezza e nella santità?

Calendari 2002:

Carmelite Calendar 2002 - Saints of Carmel
Province of Great Britain, 2001. (E-mail: kalban@carmelnet.org)

Calendario Carmelitano 2002 - Il ciclo di Elia nello "Speculum Carmelitanum"
Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001. (E-mail: carmel@mclink.it)






NUOVI SITI WEB


Paróquia Santa Teresa de Jesus, Sao Paolo, Brasil
http://www.paroquiasantateresa.org/

St. Thérèse Lay Carmelite Community, Washington
http://www.stthereselcc.com/

Província Carmelitana Pernambucana
http://fradescarmelitas.vila.bol.com.br/index.html

Bedlington Chapter Newsletter
http://www.geocities.com/dvmddltn/newsletter.html

Karmel Johannes Soreth, Münster
http://www.muenster.org/karmel

Convento de la Encarnación de Zaragoza
http://www.terra.es/personal5/materunitatis/

Basilica Santuario Maria SS. Annunziata al Carmine, Catania
http://carminecatania.it/





Per ulteriori informazioni:
E-mail:
William Harry, O.Carm.

image image image image

4 December 2001